Al Concerto del 1° Maggio, l’iniziativa Willchair: la lotta alla Sclerosi Multipla

CONCERTO 1°MAGGIO | Willchair: la lotta alla Sclerosi Multipla è al Concerto

• Per la prima volta al Concertone di Piazza San Giovanni in Laterano si parla di Sclerosi Multipla attraverso Willchair, sedia di design simbolo di un futuro libero dalla disabilità e dalla perdita di autonomia.

• Oggi in Italia la Sclerosi Multipla colpisce 133mila persone, di cui il 50% sotto i 40 anni, e ha una diffusione doppia nelle donne rispetto agli uomini1.

• L’iniziativa, nel contesto della Festa del Lavoro, è realizzata da Novartis Italia in collaborazione con AISM e nasce con l’idea di dare slancio e motivazione a chi vive oggi con la SM, soprattutto ai giovani, mostrando come si possano superare i limiti imposti dalla malattia.

Origgio, 1° Maggio 2022 – Sclerosi Multipla (SM), due parole che hanno il potere di far vacillare i sogni e i desideri – grandi o piccoli che siano – tipici di quando si è giovani, precludendo a volte una visione sul proprio futuro. Paura che riguarda 3.600 giovani tra i 20 e i 40 anni che ogni anno ricevono una diagnosi di SM1, malattia neurodegenerativa cronica che colpisce il sistema nervoso centrale, che nel 25% dei casi determina difficoltà di deambulazione2,3,, impattando significativamente sulla sfera scolastica e professionale, oltre che sulla vita famigliare e di relazione.

Per dare loro la forza di reagire e non arrendersi mai ai limiti imposti dalla malattia, Novartis in collaborazione con AISM – Associazione Italiana Sclerosi Multipla Onlus porta al Concerto del 1° Maggio Willchair, una sedia di design realizzata dal designer Derek Castiglioni a partire dal riciclo di una sedia a rotelle (wheelchair), simbolo di disabilità e perdita di autonomia. La trasformazione dell’oggetto diventa così metafora di speranza e neologismo positivo per tanti giovani, racchiudendo in sé i progressi dell’innovazione terapeutica e della ricerca sulla Sclerosi Multipla.

Perché oggi, grazie alla diagnosi precoce, all’innovazione terapeutica e ad una gestione multidisciplinare è possibile vivere oltre i limiti imposti dalla malattia e rallentare significativamente il decorso verso la disabilità. Laurearsi in tempo, andare a ballare con gli amici, viaggiare, affermarsi sul lavoro, creare una propria famiglia, sono tappe di vita che possono essere considerate raggiungibili.

Alla base del progetto ci sono le storie e le esperienze di tanti ragazzi con SM che si sono raccontati attraverso Scacco Matto, un’iniziativa che li incoraggia a mettere a segno la mossa vincente, lo scacco matto, per riprendersi quegli spazi che temono perduti a causa della malattia e porre all’angolo la Sclerosi Multipla.

Il concerto del Primo Maggio, che ogni anno affronta temi di rilievo per la società raggiungendo con la forza della musica milioni di persone, soprattutto giovani tra i 18 e i 40 anni, è il contesto ideale per parlare di un tema così importante e generare vicinanza ad altrettanti giovani che quotidianamente, in silenzio, affrontano la Sclerosi Multipla e i timori che genera.

Leggi anche —>giulia Salemi sbarca su un nuovo set l’annuncio progetto molto speciale

Informazioni sulla sclerosi multipla

La SM ostacola il normale funzionamento del cervello, dei nervi ottici e del midollo spinale attraverso l’infiammazione e perdita di tessuto1. La SM, che colpisce circa 2,3 milioni di persone in tutto il mondo1, è spesso classificata in tre forme: SM primariamente progressiva (SMPP), SM recidivante-remittente (SMRR) e SMSP (SM Secondariamente Progressiva), che deriva da un decorso iniziale di SMRR ed è caratterizzata da alterazioni fisiche e cognitive nel corso del tempo, in presenza o assenza di recidive, che portano a un accumulo di disabilità neurologica1. L’85% circa dei pazienti presenta inizialmente forme recidivanti di SM1. Permane ancora oggi la necessità fortemente insoddisfatta di trattamenti ben tollerati ed efficaci che aiutino a ritardare la progressione della disabilità nella SMSP con malattia con segni di attività (con recidive e/o evidenze di attività alla RM)4.

Novartis

Novartis sta interpretando in modo nuovo la medicina allo scopo di migliorare e prolungare la vita delle persone. Come azienda tra i leader a livello globale nel settore farmaceutico, utilizziamo tecnologie scientifiche e digitali innovative per creare terapie trasformative in aree che presentano importanti bisogni medici. Impegnati a scoprire nuovi farmaci, siamo stabilmente tra le prime aziende al mondo negli investimenti in ricerca e sviluppo. I prodotti Novartis raggiungono quasi 800 milioni di persone su scala globale e lavoriamo per individuare modi innovativi per espandere l’accesso ai nostri trattamenti più recenti. A livello mondiale, circa 110 000 persone di oltre 140 diverse nazionalità lavorano in Novartis. Ulteriori informazioni su www.novartis.it e www.novartis.com. @NovartisItalia è anche su Twitter e LinkedIn.

Novartis in Italia

Con circa 2200 dipendenti, in Italia Novartis è una delle maggiori aziende del settore farmaceutico, con una solida leadership nell’ambito delle terapie più innovative e in quello dei farmaci equivalenti e biosimilari. Nel panorama nazionale è tra le aziende maggiormente impegnate nella Ricerca & Sviluppo, in particolare nelle attività di sviluppo clinico, area nella quale ha investito oltre 200 milioni di euro nell’ultimo triennio, e un’importante realtà industriale, fortemente orientata all’export.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.