Scandalo ginnastica, il gesto della tecnica Emanuela Maccarani

L’ex D.T si è autosospesa dalla Giunta del Coni

Emanuela Maccarani è ormai nell’occhio del ciclone. Dopo le denunce e l’indagine della Procura Federale, l’allenatrice milanese è stata sospesa dal ruolo di D,T ma continua a seguire le azzurre a Desio.

Intanto, visto la sua posizione, dato che è indagata per lo scandalo degli abusi nel mondo della ritmica, si è autosospesa dalla Giunta del Coni, di cui faceva parte da un anno.

Maccarani, l’annuncio di Malagò

A renderlo noto il numero uno del Coni, Giovanni Malagò, a margine di un evento sportivo a cui ha preso parte.

“È stata ratificata l’autosospensione della Maccarani”.

L’allenatrice per il momento ha sempre negato ogni tipo di accusa e in una recente intervista a Sky Tg 24 ha ribadito la sua innocenza.

“Quello che è certo è che per quel che mi riguarda cattiverie non ce ne sono mai state, non ne ho mai fatte anzi io credo esattamente il contrario. Ci sono semmai metodiche di allenamento, correzioni o atteggiamenti che però sono stati sempre rivolti al gesto tecnico non certo all’offesa della persona, o tantomeno al corpo di un’atleta.

Non ho mai offeso nessuno, ci sono stati modi di comunicare volti a strutturare degli atleti che devono credere in se stessi, che devono essere portati a dare il meglio di sé”.

Intanto, la situazione sta avendo ripercussioni anche sulla squadra Nazionale che ha deciso di non voler più essere identificata con l’appellativo di Farfalle.

Leggi anche: Ginnastica, le Farfalle ripudiano la propria identità: “Non chiamateci più così”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *