Morazzone, padre uccide figlio di sette anni e accoltella la moglie

Morazzone, padre uccide figlio di sette anni e accoltella la moglie

Morazzone, padre uccide figlio di sette anni e accoltella la moglie. Arrestato mentre tentava la fuga a Viggiù al confine con la Svizzera

Morazzone, in provincia di Varese, è al centro delle cronache per l’omicidio di un bambino di sette anni. Il giorno di Capodanno, Davide Paitoni, 40 anni, ha ucciso il figlio di sette anni e poi tentato di accoltellare la moglie, dalla quale si stava separando.

L’uomo è stato arrestato dai carabinieri di Varese e Saronno, questa mattina, mentre tentava la fuga a Viggiù, al confine con la Svizzera. Paitoni era a casa del padre per scontare gli arresti domiciliari per aver accoltellato alla schiena un collega di lavoro ad Azzate, lo scorso 26 novembre scorso.

Leggi anche: AUTOSORVEGLIANZA SANITARIA, COS’È E COME SI OSSERVA

Il Corriere della Sera riporta i dettagli del ritrovamento. Il corpo del bambino era stato chiuso in un armadio con un biglietto in cui ha confessato il delitto. Poi avrebbe avvertito il padre anziano con un messaggio vocale, in cui lo avvertiva di aver fatto del male al piccolo e di non guardare nell’armadio.

Inoltre, si apprende che l’uomo aveva ottenuto di poter trascorrere il Capodanno con il figlio, ucciso con un solo fendente alla gola. Poi l’uomo è andato dalla moglie, a Gazzada Schianno, e ha tentato di uccidere anche lei. Ma è riuscito solto a ferirla con un coltello. Ora la donna è ricoverata in ospedale a Varese, ma non è in pericolo di vita.

Paitoni, arrestato deve rispondere di omicidio e tentato omicidio.

Fonte immagine: https://twitter.com/_Carabinieri_/status/1476455514858999809/photo/1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *