L’intervista a Ignazio Moser, l’imprenditore e frontman dal cuore d’oro

Ignazio Moser si è raccontato in un’intervista esclusiva a 361 Magazine

Ignazio Moser è una persona dallo spirito selvaggio, gentile e altruista. Di recente lo abbiamo visto affrontare l’avventura in Honduras per il reality L’Isola dei Famosi. Ignazio è entrato in gioco ad aprile del 2021. Un’esperienza che lo sportivo consiglierebbe a tutti, ma che non rifarebbe “ho sofferto troppo la fame” racconta a 361 Magazine. Lì aveva il compito di raccogliere la legna per alimentare il fuoco, ma ha fatto di più. Un gesto che è rimasto nella storia del programma, ovvero farsi rasare i capelli in cambio di porzioni di pasta per i suoi compagni. Lo abbiamo visto emozionarsi con la sorpresa del padre, il campione di ciclismo Francesco Moser: “Mi sono emozionato non per il papà campione ma per il papà uomo. Mio padre è nato negli anni ’50 ed è una persona all’antica. Un papà molto duro, una persona riservata. Quindi sentire la sua vicinanza in quel momento mentre ero sull’Isola è stata una grande emozione”.

Ignazio spiega anche che non si aspettava il messaggio del padre a L’Isola dei Famosi, proprio perché era volontà della sua famiglia stare lontana dai riflettori. Ignazio, classe 1992, è il figlio minore di Carla e Francesco Moser. La coppia ha infatti tre figli: Carlo, Francesca e Ignazio, che si chiama come il nonno. Sua sorella si occupa a tempo pieno dei tre figli che hanno 7, 9 e 11 anni, mentre Carlo lavora nell’azienda di famiglia.

E seguendo le orme del padre, stavolta non per il ciclismo, Ignazio sta cercando di sviluppare una sua carriera imprenditoriale. Infatti è socio di una società, la Golden Sabre Agency SRL ed ha anche un centro sportivo con sette campi di padel.

In quanto alla passione per la bici, Ignazio racconta quanto sia stata importante. Ha iniziato a 7 anni e smesso a 23 anni. Ma all’inizio non è stato facile essere figlio d’arte, con il padre Francesco, che ha dominato per anni: “questa cosa mi pesava – dice – c’era una certa pressione, sempre le corse… ho vinto tanto… poi crescendo comunque ho iniziato a capire che era un vantaggio per me a livello mediatico”.

Leggi anche–> Cecilia e Ignazio Moser, dal primo bacio al GF Vip alla coppia: cos’è cambiato? (Video)

Ma perché Ignazio ha smesso di fare le gare? “Ho smesso per volontà mia all’età di 23 anni perché non avevo più stimoli a causa della vita dura che questo comporta”. Poi ricorda un tema assegnatogli a scuola: “Cosa vuoi fare da grande?” aveva chiesto la maestra e lui aveva risposto: “il campione di ciclismo”. Ignazio conserva comunque un bel ricordo di quel periodo. “La bici è stata importante” dice.

Poi la Televisione: ha iniziato per caso, prima in Rai, commentando le gare in una trasmissione, “La Grande corsa”. Da lì la casa di produzione del programma gli ha proposto di partecipare al Grande Fratello Vip. All’inizio era tentennante, poi proprio perché gli piace sperimentare, ha fatto i provini “sono andato a Roma, inventando una scusa ai miei” racconta. I provini sono andati bene, così Ignazio nel 2017 ha varcato la porta rossa del Grande Fratello Vip. Lì, come ricordano in molti, è nato l’amore per Cecilia Rodriguez, con la quale l’amore oggi va a gonfie vele. Al punto che hanno comprato una casa dove presto si trasferiranno. “Spero entro il 18 marzo, giorno del compleanno di Cecilia” spiega lo sportivo. E poi a proposito del gossip di questi giorni sulla sua compagna, chiarisce: “purtroppo non è incinta”. Invece sulla casa commenta: “è un ulteriore passo, stiamo costruendo una base solida per il nostro futuro”.

Infine sui reality dice: “i reality sono come delle mini famiglie, è un’esperienza che ti segna, ti fortifica. Ma che non ripeterei”. Sempre in ambito di reality ammette che il suo preferito dentro la casa di Cinecittà era Aldo Montano, che conosce da cinque anni. Mentre “Manuel lo conosco da meno tempo. Mi ha toccato la sua storia. Lui ha una forza interiore incredibile. Lo stimo molto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *