Italia – Galles: gli azzurri convincono ma è polemica per Black Lives Matter

Solo cinque giocatori si sono inginocchiati prima dell’inizio del match

Italia – Galles si è conclusa con un’altra vittoria degli azzurri di Roberto Mancini. La Nazionale italiana chiude così il girone degli Europei di Calcio a punteggio pieno.

Vittoria a parte però, come sempre, non mancano le polemiche del caso.

Prima dell’inizio del match contro il Galles sono cinque giocatori si sono inginocchiati in sostegno del movimento, nato a seguito della morte di George Floyd, Black Lives Matter.

Una presa di posizione parziale e cha ha lasciato molti delusi per la scarsa adesione. Gli unici a inginocchiarsi sono stati Federico Bernardeschi, Andrea Belotti, Emerson Palmieri, Matteo Pessina e Rafael Toloi.

Nel Galles adesione totale come avvenuto già in altre partite. Tra chi si è stupito dell’atteggiamento italiano anche Claudio Marchisio.

Durante la diretta Rai, il calciatore ha detto: “Sarebbe stato bello se lo avessero fatto tutti“. C’è poi anche chi invece si è schierato con chi ha deciso di non inginocchiarsi.

Polemiche di questo tipo comunque non sono nuove al mondo dello sport. Anche in Formula Uno è successo più volte che solo alcuni piloti si siano inginocchiati a sostegno del movimento Black Lives Matter.

Leggi anche: La Formula Uno scende in campo contro il razzismo. Hamilton: “Le azioni valgono più delle parole”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *