Festival, spopola il Fantasanremo: si parte

Il gioco coinvolge tutti

Fantasanremo mania. Il gioco, costruito sul calco del più celebre Fantacalcio, da un anno sta spopolando tra fan, spettatori ma anche tra i cantanti.

Il gioco consiste nell’acquistare (metaforicamente) cinque artisti con 100 Baudi (da Pippo Baudo): ci si iscrive a una lega e di puntata in puntata si acquistano punti in Bonus o Malus.

Fantasanremo, cos’è

Sul sito ufficiale si legge: “Il FantaSanremo è l’unico e inimitabile fantagiuoco riguardante il Festivàl di Sanremo consistente nell’organizzare e gestire squadre virtuali formate dagli artisti in gara. Un team, cinque artisti, un capitano!
In Italia è ormai un fenomeno di massa, si è stimato che i fantagiuocatori siano più di 70 milioni. Il giuoco è riservato alle brutte persone e può causare dipendenza patologica“.

I punti arrivano in base al comportamento degli artisti e alle regole pre stabilite. Ad esempio il Malus si ha con autotune o con gli occhiali da sole sul palco (vedi Dargen D’Amico).

Il Bonus, solo per citare alcune casi, si ottiene se Tananai si classifica Ultimo o se Cugini di Campagna 22esimi.

Molteplici anche i Malus: come rottura o strappo involontari dell’abito o l’artista utilizza un’esibizione pre-registrata perché non può esibirsi in presenza

Le iscrizioni si aprono il 27 dicembre e ci sarà tempo per formare la propria squadra fino al 6 febbraio 2023.

Tantissimi i cantanti in gara che in prima persona hanno partecipato o che comunque lo scorso anno ha preso parte stando al gioco anche per stemperare la tensione.

Tra i più accaniti con il Fantasanremo, nell’anno passato ci sono stati Michele Bravi, Aka7even, Tananai e poi anche Gianni Morandi e Iva Zanicchi. 

Vecchie generazioni sì, ma più che al passo con i tempi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *