Drusilla Foer, chi è la protagonista di Ciao Maschio

Drusilla Foer è un personaggio molto interessante nato dall’estro di Gianluca Gori, ma chi è questa attrice e trasformista? Conosciamola meglio

Drusilla Foer è attualmente impegnata nel programma televisivo Ciao Maschio, condotto da Nunzia De Girolamo, un viaggio alla scoperta dell’universo maschile, analizzato in funzione del rapporto con le donne più significative con cui conduttrice e guest star sono entrate in contatto nelle loro vite. Al termine di ogni puntata proprio Drusilla Foer, in maniera provocatoria e spiazzante, offre il suo particolare punto di vista su quanto appena ascoltato. Ma chi è Drusilla Foer?

Drusilla Foer è un personaggio creato dall’attore toscano Gianluca Gori, nato a Siena il 23 luglio 1945. Se Gori è un attore, Drusilla Foer è una cantante, autrice, attrice di teatro e sceneggiatrice, che con il suo fascino elegante ha conquistato le copertine di molte riviste di moda. Molto amata sui social è seguitissima su Instagram, dove quasi giornalmente posta foto e dà notizie sulle sue attività lavorative. Tra queste ultime si annoverano grandi interpretazioni teatrali e come dimenticare il suo ruolo nel film Magnifica Presenza di Ferzan Ozpetek.

Della sua vita privata si sa che ha un fratello di nome Gherardo e due sorelle, purtroppo scomparse in un tragico incidente aereo, e ha due nipoti, Ginevra e Giacomo, e con quest’ultimo pare condivida la passione per la cultura e l’arte. Proveniente da una famiglia di nobili origini, ha un fascino e una eleganza ineguagliabili, ma il suo percorso artistico è stato del tutto anticonformista.

Nella vita privata ha alle spalle dei matrimoni. È stata sposata con un texano, ma il matrimonio è fallito per il tradimento di lui e poi con Hervé FoerDufur, purtroppo deceduto. Oggi il suo cuore sarebbe libero da legami affettivi.

Drusilla ha raccontato a Libero Quotidiano cosa ha ispirato il suo nome d’arte. Esso deriva: “Da una nottata di sesso sfrenato dei miei nonni in America. Erano su un battello che si chiamava Drusilla. Il battello è diventato monumento storico, una sorta di pezzo d’antiquariato. Come me, insomma”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.