Australian Open, Djokovic ci sarà: per lui una esenzione medica

A dare l’annuncio lui stesso con un post su Instagram

Novak Djokovic ci sarà. Il serbo vola infatti in Australia per gli Australian Open.

A comunicarlo, dopo settimane di speculazioni e dubbi lui stesso con un post.

Nessun vaccino per il numero uno al mondo, ma una esenzione medica. Per entrare in Australia è infatti necessario avere due dosi di vaccino ma nel regolamento era statate inserite alcune esenzioni.

Non tutti possono sottoporsi a vaccino per motivo medici, motivi in cui sarebbe rientrato Djokovic. A dirlo, dopo la foto del serbo, anche un comunicato stampa del torneo.

Nel comunicato si legge: “Novak Djokovic parteciperà agli Australian Open ed è in viaggio verso l’Australia. Gli è stata concessa un’esenzione MEDICA a seguito di una rigorosa analisi da parte di due distinti gruppi indipendenti di esperti medici”.

Il serbo ha scritto, invece: “Ho trascorso del tempo fantastico con i miei cari durante la pausa e oggi sto volando in Australia con una esenzione. 2022 sono pronto!”

Una scelta che ha già aperto una marea di polemiche e discussioni considerando che alcuni tennisti vaccinati con Sputinik, non sono stati ammessi.

Il vaccino russo infatti non è stato ritenuto ideo.

Per ragioni di privacy difficilmente verranno rese note le motivazioni delle esenzioni: leggendo la tabella si parla comunque di problemi di un certo tipo.

Problemi che per molti non sarebbero reali, non per il numero uno al mondo che ha spiegato più volte di essere in perfetta salute.

Djokovic, nonostante varie donazioni a favore delle vittime del Covid o degli ospedali non si è mai detto a favore del vaccino.

Perdere il numero uno per il major australiano sarebbe stato un danno d’immagine ma c’è anche da ricordare che in Australia è stato applicato uno dei lockdown più lunghi e rigidi.

Un controsenso che non fa bene al tennis con chi spera che ci sia una “rivolta” da parte dei colleghi.

Leggi anche: Australian Open, tiene banco il caso Djokovic: esenzione per lui?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *