Vendita Milan: le indagini della Guardia di Finanza, che succede ora

Milan

Indagine sulla cessione del Milan

Mentre i risultati sportivi disattendono le aspettative il Milan è al centro della cronaca giudiziaria. Ci sono state nelle ultime ore perquisizioni ed è stata aperta una indagine dalla Guardia di Finanza.

L’indagine riguarda la cessione del Milan: sono indagati l’ad Giorgio Furlani e anche il suo predecessore Ivan Gazidis.

L’ipotesi contestata nell’indagine, come spiega Ansa, che riguarda anche altre due persone operative in Lussemburgo, è ostacolo all’attività di vigilanza della Figc in merito alla comunicazione della titolarità effettiva della società.

Una comunicazione che non non sarebbe mai avvenuta. Nelle ultime or sono stati perquisito vari uffici, anche quelli di casa Milan.

Leggi anche: Il ritorno in campo di Berrettini: “Sono felice”

Il portavoce di Elliott ha detto: “Prendiamo atto di notizie di questa sera che riportano su indagini che riguardano l’attuale e l’ex amministratore delegato del Milan in relazione all’accusa secondo cui il club ‘appartiene ancora a Elliott, e che questo è stato nascosto alla Federcalcio’. Questa accusa è falsa. Il Milan è stato venduto a RedBird il 31 agosto 2022. A partire da quella data, Elliott non ha più alcuna partecipazione azionaria o controllo su AC Milan”.

Il Milan si è data estranea ai fatti e al procedimento che “coinvolge anche i legali rappresentanti con potere di firma, Giorgio Furlani e Ivan Gazidis, attuale e precedente Ad”, e che “sta prestando piena collaborazione all’autorità inquirente”.

Nel frattempo, dagli atti viene a galla che “nonostante il passaggio di proprietà, i componenti del board di Ac Milan spa in quota al Fondo Eliott sono rimasti immutati nelle rispettive cariche sociali”.

Questo nonostante il fondo americano nell’operazione di cessione si presentava con un ruolo di “intermediazione”.

Per gli inquirenti, inoltre, “sembrerebbe emergere la circostanza che la maggior parte del capitale utilizzato per la compravendita sia proveniente da un veicolo societario non riferibile”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *