Variante Omicron, ecco i sintomi indicati per riconoscerla

Omicron 4 e 5

Variante Omicron, ecco i sintomi indicati per riconoscerla, anche se il tampone è la soluzione migliore per evitare confusione

La variante Omicron ormai è diffusa anche nel nostro paese e giornalmente assistiamo ad un incremento sostanziale dei contagi. Solo ieri si sono registrati oltre 54mila contagi e 144 morti.

In questo periodo dell’anno, inoltre, si sta diffondendo anche la classica influenza e spesso i sintomi della variante Omicron si possono confondere con questa. Un semplice raffreddore, qualche linea di febbre senza gravi conseguenze, potrebbe far pensare all’influenza stagionale e non al Covid-19. Per questo motivo è importante sottoporsi al tampone.

Leggi anche: AEROPORTO LINATE-MALPENSA, 500MILA TRANSITI MA MOLTE DISDETTE

Sulla base di quanto osservato a Londra, che tra ottobre e dicembre ha fatto registrare un aumento esponenziale di infezioni da nuova variante, i sintomi più comuni sono: naso che cola, mal di testa, stanchezza, starnuti e mal di gola.

Sintomi molto lievi, comuni e molto diffusi in ogni paese tra milioni di persone, soprattutto tra i bambini nel periodo invernale e primaverile. Scrive l’AdnKronos che “il recupero dalle comuni malattie da raffreddamento avviene nel giro di 10 giorni, secondo i CDC. Le persone immunodepresse o affette da asma e patologie respiratorie, però, rischiano di arrivare a sviluppare malattie più serie, come la polmonite”.

Fonte immagine: https://pixabay.com/it/photos/donne-soffiando-naso-biondo-bianca-698919/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *