Roma, strage di condominio. Giorgia Meloni piange l’amica morta

Roma, strage di condominio. Giorgia Meloni piange l'amica morta

Roma, strage di condominio. Giorgia Meloni piange l’amica morta dopo che un uomo ha sparato in una riunione di condominio

Claudio Campiti è l’uomo di 57 anni che ieri ad una riunione del Consorzio che gestisce l’area dove abitava da solo e in condizioni precarie, ha ucciso tre persone e ferite altre quattro, di cui una è in gravi condizioni. Solo grazie ad altri inquilini che l’hanno sopraffatto e disarmato, l’uomo non ha ucciso altre persone. Le tre vittime sono  Sabina Sperandio, Elisabetta Silenzi e Nicoletta Golisano, rispettivamente consigliera, segretaria e commercialista del Consorzio.

Nel tardo pomeriggio di ieri, sul profilo social di Giorgia Meloni è comparsa una foto e un messaggio di cordoglio. Una delle vittime era una sua amica. Scrive la premier:

“Nicoletta era una mamma protettiva, un’amica sincera e discreta, una donna forte e fragile allo stesso tempo. Ma era soprattutto una professionista con un senso del dovere fuori dal comune. È stato quel senso del dovere a portarla lì, di domenica mattina, dove un uomo la aspettava per ucciderla a colpi d’arma da fuoco, insieme ad altre due donne, durante una riunione di condominio a Roma. Nicoletta era mia amica”.

Poi aggiunge: “Nicoletta era mia amica. Lascia il marito Giovanni e uno splendido bambino di dieci anni, Lorenzo. Con la sua, altre famiglie, alle quali esprimo tutta la mia vicinanza, sono state distrutte. L’uomo che ha ucciso queste tre donne innocenti, e ha ferito altre tre persone, è stato fermato e spero la giustizia faccia quanto prima il suo corso. Il poligono dal quale aveva sottratto la pistola (il porto d’armi gli era stato rifiutato) è sotto sequestro”.

Leggi anche: MILANO, LA FESTA PER LA VITTORIA DEL MAROCCO FINISCE NEL SANGUE

Infine, conclude la Meloni: “Eppure la parola “giustizia” non potrà mai essere accostata a questa vicenda. Perché non è giusto morire così.
Nicoletta era felice, e bellissima, nel vestito rosso che aveva comprato per la festa del suo cinquantesimo compleanno, qualche settimana fa. Per me sarà sempre bella e felice così. A Dio Nico. Ti voglio bene”.
Fonte immagine: https://www.facebook.com/photo/?fbid=704198141073732&set=a.498115868348628

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *