Regioni, ecco quali rischiano la zona gialla e arancione

Regioni, ecco quali rischiano la zona gialla e arancione

Regioni, ecco quali rischiano la zona gialla e arancione per l’aumento dei tassi di occupazione delle terapie intensive e ricoveri in area medica

Con l’aumento dei nuovi contagi sono dodici le regioni che superano la prima soglia critica della terapia intensiva. Si registra, infatti, oltre il 10% dei posti occupati. Questo fa rischiare a molte regioni il passaggio di colore nelle prossime settimane.

Rischiano di passare in fascia gialla la Lombardia e Lazio. Quest’ultimo registra le terapie intensive al 10,3% e l’area medica al 14,3%, mentre la Lombardia al 10,6% le terapie intensive e al 13,8% le aree mediche. Il Piemonte ancora mantiene i parametri, ma ci si aspetta un peggioramento.

Leggi anche: VARIANTE OMICRON, ECCO I SINTOMI INDICATI PER RICONOSCERLA

Stanno peggiorando e quindi vanno verso la zona arancione le province autonome di Trento e Bolzano, il Friuli Venezia Giulia, il Veneto, la Liguria, la Calabria e le Marche, che in questo momento sono già in fascia gialla.

Secondo quanto stabilito dagli esperti, gli indicatori da non superare per non andare il in zona gialla non devono superare il 10% per la terapia intensiva e contemporaneamente il 15% per l’area medica. Scatta la zona arancione quando il tasso delle terapie intensive supera il 20% e contemporaneamente l’area medica supera il 30%.

Fonte immagine: https://pixabay.com/it/photos/a-passeggio-strada-urbano-citt%c3%a0-6830897/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *