Orietta Berti: «L’età? Solo un mero numero»

Orietta Berti

La cantante parla della sua “seconda” giovinezza

L’età è solo un numero, chiedere ad Orietta Berti che si è raccontata in un’intervista a La Stampa. L’artista, da qualche anno sta vivendo una sua seconda giovinezza.

Parlando della Tv e di Fiorello, dice: «che è Fiorello che ha iniziato a chiamarmi così: “la mia rockstar”. Scherza, naturalmente, però devo dire che quando vedo tutti quei giovani ai miei concerti, che ballano e cantano a squarciagola insieme a me, un po’ mi ci sento».

Poi la Berti sui sui look: «ho lo stesso costumista dei Maneskin, Jovanotti e Achille Lauro: Niccolò Cerioni. Ma l’ho conosciuto prima io di loro! Ha iniziato a lavorare con me. È bravissimo».

Inevitabile parlare di età. «Alla mia età viaggio ancora tutti i giorni, faccio un sacco di cose, tra programmi tv, concerti, pubblicità da registrare: mi fermo giusto per il cambio d’abito. Ho la stessa energia di trent’anni fa».

La Berti si sofferma anche sull’amore con Osvaldo: «Quando ci siamo conosciuti Osvaldo faceva le gare di rally: era solo un hobby ma era molto bravo. Io però gli dissi: “Scegli, o stai con me o fai quello che vuoi”. E lui mollò tutto».

Osvaldo diventato anche manager: «per la mia sicurezza. Poi negli ultimi tempi ha mollato, perché quello del manager è un lavoro faticoso, e sono subentrati i miei figli, prima Otis e poi adesso Omar».

Addirittura la Berti rifiutò anche Sanremo 2021 «Eccome. Sia io che Osvaldo non intendevamo partecipare. Il mio agente Pasquale Mammaro fece però di testa sua e mi propose ad Amadeus, senza dirmi nulla: io lo scoprii in diretta tv, mentre al Tg1 annunciavano i Big. Quel giorno ci arrabbiammo tantissimo con lui ma ora devo riconoscere che aveva ragione. Quel festival mi svoltò la carriera».

Leggi anche: Sanremo 2025, verso lo spostamento di una settimana?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *