Maturità, studentessa fa scena muta all’orale per protesta

Linda Cocchetto

Si chiama Linda Conchetto

Sta diventando virale la scelta e la decisione presa da Linda Conchetto. La studentessa del Liceo Foscarini di Venezia, ha infatti deciso di fare scena muta alla prova orale della maturità.

Una scelta consapevole dopo una serie di voti bassi e insufficienze alla seconda prova di greco.

Ne ha così parlato lei stessa in un’intervista a Corriere della Sera.

Leggi anche: Maturità 2024, c’è la seconda prova. Al classico Platone

La versione: «non era particolarmente difficile. Rifacendola a casa con mia madre, laureata in greco e latino, ho individuato un solo errore che potesse dirsi tale».

Poi sulla scelta di non proferire parole: «Ci ho pensato fino all’ultimo ma i voti, in generale, sono stati davvero bassissimi e senza motivo. Non potevo rimanere inerme. La commissione è rimasta spiazzata, ero la prima dell’istituto a sostenere l’orale. Mia sorella minore frequenta la stessa scuola, non voglio che subisca una simile ingiustizia, mi sono sentita mancata di rispetto».

La studentessa ha potuto compiere alla scelta anche perché non era a rischio la promozione.

«Ambivo a superare il 90, mi accontenterò di poco più di sessanta. D’altra parte ho presenziato all’orale, potrei non aver studiato. Anche con il minimo, passo».

Lei ha ottenuto la sufficienza nella seconda prova, mentre altri si sono trovati con un tre.

«Non mi spiego tante insufficienze. Io stessa mi presentavo con 8 in greco in pagella e tutta la mia classe ha una buona media. Ho chiesto ai commissari di rivedere assieme la versione, all’inizio c’è stata resistenza e comunque non c’è stato verso di cambiare le cose. Ritengo che la commissaria esterna di greco si sia tenuta stretta ma abbia riservato un trattamento diverso a un’altra sezione».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *