Marta Di Nardo è morta, il suo corpo rinvenuto a casa del vicino

Marta Di Nardo è morta, il suo corpo rinvenuto a casa del vicino

Marta Di Nardo è morta, il suo corpo rinvenuto a casa del vicino, che non ha spiegato il motivo del drammatico gesto

Marta Di Nardo era scomparsa da casa sua a Milano da circa due settimane, ma i vicini avevano riferito di essere convinti che fosse morta. I loro sospetti sono diventati certezza ieri, quando i carabinieri hanno rinvenuto il corpo della donna fatto a pezzi in casa di un vicino della donna. Il presunto assassino si chiama Domenico Livrieri, 46  anni, da tempo in cura per tossicodipendenza e problemi psichiatrici.

I carabinieri avevano sentito più volte l’uomo, la prima volta insieme agli altri vicini, poi come sospettato. A indirizzare le ricerche verso di lui è stata la presenza di tracce di sangue che sono diventate molto evidenti al luminol, nella stanza da letto di Livrieri. Il corpo di Di Nardo è stato rinvenuto, diviso in due pezzi e avvolto da alcune coperte e nascosto in un soppalco.

Ad incastrarlo è stata la testimonianza di altri vicini, che vivevano nella scala D, la stessa della vittima. I residenti hanno raccontato ai carabinieri di aver visto l’uomo entrare e uscire dall’appartamento dopo la scomparsa della donna, in più occasioni. Inoltre, i carabinieri hanno trovato in casa della vittima un pasto consumato da poco e una ricetta medica a nome di Di Nardo emessa dopo la sua scomparsa.

Leggi anche: Milano, giallo sulla scomparsa di Marta Di Nardo, i vicini: “L’hanno uccisa”

Una volta in caserma Livrieri ha chiesto solo di cenare poi s’è chiuso nel silenzio. Durante la perquisizione del suo bilocale, Livrieri è sempre apparso tranquillo dichiarando di non c’entrare nulla con la scomparsa della donna, ma è apparso poco lucido, tanto che il magistrato ha preferito rinviare l’interrogatorio. Tuttavia, nelle ultime ore è emersa la notizia della sua confessione. Nell’appartamento sono stati sequestrati diversi coltelli, ora al vaglio della scientifica. Ignoto per ora il movente: il sospetto è che dopo averla uccisa abbia nascosto il corpo nella speranza di incassare la sua pensione. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *