Ischia, muore il padre di una delle vittime della frana. Ecco chi è

Ischia, muore il padre di una delle vittime della frana. Ecco chi è

Ischia, muore il padre di una delle vittime della frana. Intanto, sull’isola i disagi dovuti alla frana del 26 novembre aumentano

La frana che ha coinvolto e stravolto le vite della cittadinanza di Casamicciola, comune dell’isola di Ischia, continua a mietere vittime. Anche se non direttamente collegato alla frana, ieri è il deceduto Gioacchino Impagliazzo, il padre di una delle 12 vittime della frana.

Gioacchino Impagliazzo era il padre di Salvatore il 32enne morto insieme alla fidanzata Eleonora Sirabella. L’uomo lascia la moglie e altri due figli. Il decesso è avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri, a ucciderlo probabilmente è stato un infarto. Gioacchino potrebbe non aver retto al dolore per la tragica morte del figlio, forse anche indebolito dalla recente infezione causata dal Covid.

Appena l’uomo ha accusato il malore, sono stati allertati i soccorsi. Il personale del 118 ha tentato di salvargli la vita, ma per l’uomo non c’è stato nulla da fare. Gioacchino Impagliazzo aveva 66 anni.

Intanto sull’isola la situazione continua ad essere complicata. Gli studenti degli istituti superiori di Buchner, Mennella e Telese e del Mattei di Casamicciola hanno deciso di protestare occupando gli istituti. Alla base delle proteste ci sono i disagi dovuti anche alla chiusura della statale 270 che taglia l’isola in due, rendendo difficile la regolare frequentazione delle scuole.

Leggi anche: Pace Fiscale, annunciata la riforma che la Meloni ha chiamato “Perdono”

Anche l’economia dell’Isola è in crisi. Il sindaco di Forio, Francesco Del Deo, sentito dalla Commissione Ambiente della Camera, ha dichiarato che già sono 40 le procedure fallimentari aperte in seguito alla frana. “Abbiamo il dovere morale di dare una casa agli sfollati di Casamicciola” ha detto il sindaco, aggiungendo che “la ricostruzione deve andare di pari passo con la messa in sicurezza del territorio, ma Ischia non deve finire nel dimenticatoio”.
Fonte immagine: https://twitter.com/vigilidelfuoco/status/1599677174776152065/photo/1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *