Il secondo momento d’oro di Max Pezzali: «Non è solo un fatto generazionale»

Max Pezzali

Boom per il suo tour Max Forever

Max Pezzali sta vivendo un nuovo periodo d’oro con il suo tour Max Forever che in ogni tappa fa sold out e attira tantissime persone.

A Repubblica, proprio l’ex leader degli 883 ha parlato di questo “fenomeno”.

«Diciamo che non è solo il fatto generazionale. È che li vedo, stanno insieme per una cosa sola, in questo caso il concerto. Non gli succede più con nient’altro: ognuno, a seconda dell’età, ha la sua playlist, le sue serie tv che segue da solo, le sue chat sul telefono. Per una volta in famiglia si guardano negli occhi e dicono: dai, andiamo al concerto insieme»

Inevitabile un passaggio sugli anni Novanta del suo successo.

«c’erano anche grandi speranze, il Muro caduto, mi ricordo a Palermo una immensa manifestazione contro la mafia con dentro giovani e meno giovani. C’era uno zeitgeist…».

Poi Pezzali ammette: «Io ho l’incubo di passare per boomer, o che me lo dicano continuamente quelli giovani. E allora da vecchio analogico divento analitico, ci ragiono, penso che aver vissuto il periodo nel quale le cose belle, le canzoni, i film e il resto dovevi cercartele con fatica, ti autorizza oggi a godere di tutta questa facilità di fruizione: la musica che ti cade in mano senza che l’hai chiesta, un’offerta pazzesca di fronte a una domanda che non regge, la quantità che si mangia la qualità».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *