Graziano Mesina, arrestato il famoso capo del banditismo sardo

Graziano Mesina, arrestato il famoso capo del banditismo sardo

Graziano Mesina, arrestato il famoso capo del banditismo sardo. Conosciuto con il nome di Grazianeddu era latitante dal 2020

Graziano Mesina, noto con il nome “Grazianeddu” dopo una latitanza iniziata nel luglio 2020 è stato arrestato nel corso di una operazione condotta dai carabinieri del Ros, con il supporto in fase esecutiva del Gis, del comando provinciale carabinieri di Nuoro e dello squadrone eliportato Cacciatori di Sardegna.

Mesina era considerato il capo del banditismo sardo e la sua latitanza è iniziata il 2 luglio 2020, quando “si era sottratto a un provvedimento di esecuzione pena a 24 anni di reclusione, emesso dalla procura generale presso la Corte di Appello di Cagliari”. Condanna che la Cassazione aveva confermato a 30 anni “per associazione a delinquere finalizzata al traffico internazionale di droga”.

Leggi anche: MIMMO LUCANO, IL GIUDICE “HA STRUMENTALIZZATO L’ACCOGLIENZA DEI MIGRANTI”

Mesina aveva già trascorso 40 anni in carcere per sequestro di persona e altri reati gravi prima di ottenere la grazia, revocata dopo la nuova condanna. Nonostante abbia trascorso la maggior parte della sua vita in carcere, famose sono le sue evasioni, alcune delle quali, riporta Agi, “per tornare a Orgosolo per incontri con donne innamorate di lui”.

Nel 2004, il Presidente della Repubblica aveva concesso la grazia, restituendogli la libertà, ma la conferma in Cassazione della condanna per traffico internazionale di droga, reato del 2003, lo ha oggi ricondotto al carcere.

Fonte immagine: https://twitter.com/magicyan1/status/1472104628292567042/photo/1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.