Finisce l’incubo di Ilaria Salis: è libera

Ilaria Salis

Tolto il braccialetto elettronico

Dopo essere stata eletta come Eurodeputata, Silvia Salis è finalmente una cittadina libera. A renderlo noto ANSA.

La polizia, a Budapest, le ha infatti rimosso i braccialetti elettronici. Il suo avvocato Gyorgy Magyar aveva richiesto la scarcerazione subito dopo la sua elezione come eurodeputata con Avs.

La polizia si è presentata a sorpresa nell’appartamento, dopo ospitata da alcuni italiani stava svolgendo i domiciliari dallo scorso 23 luglio.

Le è stato rimosso il bracciale che aveva alla caviglia e le sono stati conferiti dei documenti ungheresi. Probabile che la Salis possa rientrare in Italia il 17 giugno, quando festeggerà 40 anni.

L’eurodeputata era stata arrestata l’11 febbraio del 2023 con l’accusa di far parte di un’associazione criminale e di aver partecipato a due aggressioni nei confronti di tre militanti di estrema destra a Budapest. La sua detenzione in carcere è durata per oltre 15 mesi.

Leggi anche: Ilaria Salis e il debito di 90 mila euro: la storia

“Facciamo i festeggiamenti del suo compleanno a casa, vado a prenderla e me la porto a casa io” – ha detto il padre Roberto Salis ha commentato all’ANSA la notizia della liberazione della figlia – Sono molto contento – ha aggiunto – sto cercando di organizzare il rientro il più velocemente possibile. Ho lavorato in sordina ma non ci aspettavamo che venisse liberata già oggi. E invece mi ha chiamato l’avvocato Magyar per dirmi che la polizia stava andando a liberarla. E ora vado a prenderla”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *