Fedez regala i fiori a Francesca Michielin. Lei: “L’ultima foto prima di confiscarti il telefono”

Scambio di commenti social per i due artisti che presto saliranno sul palco dell’Ariston

Fedez ha pubblicato oggi nelle sue stories Instagram un video che lo ritrae mentre consegna un mazzo di fiori alla collega Francesca Michielin con sottofondo la canzone di Tiziano ferro “Perdono”. Un gesto carino fatto dall’artista per chiederle scusa dopo aver rischiato il loro posto alla kermesse sanremese a causa di un video con audio pubblicato per errore da Fedez sul suo profilo mentre i due cantanti si trovavano in sala prove e che svelava qualche nota della canzone da portare sul palco. Rischio che è saltato dopo la decisione della Rai.

E altrettanto carinamente Francesca Michielin ha accettato i fiori facendo poi un commento sul profilo Instagram di Fedez e scrivendo: “L’ultima foto prima di confiscarti il telefono”.

Facciamo un passo indietro. Dopo l’errore commesso dall’artista, la Rai ha diffuso questa nota: “L’Organizzazione del Festival e la Direzione Artistica di Sanremo 2021, pur esprimendo serio biasimo per l’accaduto, non ritengono di dover prendere alcun provvedimento in merito”. La nota prosegue: “La durata dell’interpretazione nel video – postato e successivamente cancellato dall’artista – risulta infatti essere estremamente ridotta e tale da non svelare di per sé il brano, che non può considerarsi diffuso e che mantiene quindi la caratteristica di novità richiesta dal regolamento della manifestazione”.

Leggi anche–>FEDEZ A RISCHIO SQUALIFICA: SU INSTAGRAM FRAMMENTI DEL BRANO DI SANREMO

Infatti il regolamento prevede: “È considerata nuova, ai sensi e per gli effetti del presente Regolamento, la canzone che, nell’insieme della sua composizione o nella sola parte musicale o nel solo testo letterario (fatte salve per quest’ultimo eventuali iniziative editoriali debitamente autorizzate) non sia già stata fruita, anche se a scopo gratuito, da un pubblico presente o lontano, o eseguita o interpretata in tutto o in parte dal vivo ovvero in versione registrata alla presenza di pubblico presente o lontano”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *