Ex gieffini a Venezia 80: “La tv anti-trash? Ecco cosa ne pensiamo”

Nikita Pelizon, Davide Silvestri e Jo Squillo da Venezia 80 svelano cosa ne pensano dei cambiamenti adottati da Pier Silvio Berlusconi contro la tv del trash 

I tre ex gieffini Nikita Pelizon, Jo Squillo e Davide Silvestri in questi giorni si trovano a Venezia per la mostra del Cinema ed è lì che Superguidatv.it li ha raggiunti per un’intervista sui loro progetti ma anche per commentare la rivoluzione anti-trash adottata da Pier Silvio Berlusconi in vista soprattutto dell’ottava edizione del Grande Fratello che aprirà i battenti il prossimo 11 settembre.

Nikita ha espresso il suo punto di vista, parlando anche dei suoi progetti futuri, dicendosi grata a Pier Silvio:

“Sono molto grata di questa cosa, la tv italiana mi piace molto, in modo particolare se da’ dei contenuti che mi possono istruire, che possano far vedere cose nuove o che mi lasciano qualcosa di sensato che mi interessa portare nel futuro. La tv italiana si basava in passato su programmi, che forse ho anche fatto, poco eleganti. Ho capito che è una cosa che funziona molto in Italia, ma allo stesso tempo spero che l’Italia prenda spunto da altri paesi che hanno programmi che danno più contenuti e meno gossip. Noi siamo un popolo che ama parlare dell’amore e ama viverlo, però se si può portare in tv qualcosa di più costruttivo, cose per la salute, per gli anziani, metodi nuovi, penso stia facendo un buon lavoro”.

Davide Silvestri in merito ha detto: “Sono contento che Piersilvio abbia deciso di ripulire il reality dal trash. Credo che questo sarebbe stato il Grande Fratello perfetto per me. E’ importante che ci sia stata questa sterzata perché molti giovani oggi seguono i reality e si identificano nei personaggi. Ho paura però che alla gente mancherà però il trash. La televisione ha bisogno di essere anche educativa”.

Leggi anche–> VENEZIA 80: il Red Carpet della seconda serata di Festival

Anche Jo Squillo ha espresso la sua opinione in merito al cambiamento adottato da Pier Silvio Berlusconi: “Sono sempre stata sulla stessa linea e ho sempre cercato di fare le trasmissioni in modo educato. Al Grande Fratello ho portato la bandiera arcobaleno, ho ricordato le donne afghane, ho messo il burqa, ho portato il veganesimo in cucina facendo mangiare qinoa, ho vietato alle amiche di mangiare la carne. Ho cercato di portare dei valori”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.