Cristiano Iovino, la sua verità sul caso Fedez: perché ha deciso di non denunciarlo

Come sono andate le cose tra Cristiano Iovino e Fedez e cosa ha deciso il personal trainer sul rapper

Cristiano Iovino rompe il silenzio sul caso Fedez. Il giornalista Salvo Sottile con il suo programma Farwest ha scavato in mezzo al caso che ha tenuto banco nelle ultime settimane, con Candida Morvillo che ha approfondito il tema della presunta aggressione al personal trainer: “Lui viene medicato sul posto, rifiuta di andare al pronto soccorso e soprattutto si rifiuta di denunciare i suoi aggressori. L’unica ipotesi sul tavolo è quella secondo cui il personal trainer e Fedez avrebbero firmato un accorso transattivo in cui il primo si impegna a non denunciare Fedez“ ha spiegato la giornalista riavvolgendo il nastro.

La giornalista Rebecca Pecori ha poi letto alcuni contenuti social di Iovino, che ha finalmente deciso di dire la sua sul caso Fedez: “L’accordo sarebbe stato confermato dal diretto interessato che ha risposto alle domande dei follower. Un utente chiede: “Cosa fai di bello con i soldi di Fedez che ti ha pagato per non querelarlo?”. La risposta è: “Forse pago un avvocato più bravo per averne altri”. Poi c’è chi chiede: “Ma è vero che Fedez ha sganciato parecchio?”. Qua lui risponde. “Non è finita qui”.  Un altro scrive: “Denuncialo!”. E la risposta è: “No, non conviene denunciare in Italia”. Noi abbiamo provato a contattare il personal trainer, ma senza successo”.

LEGGI ANCHE: Pierpaolo Pretelli abbraccia la solidarietà: ecco dove incontrarlo

A prendere la parola sulla contorta questione ci ha poi pensato anche Selvaggia Lucarelli: “Un accordo economico per cui non ha denunciato? Se Fedez potrebbe andare comunque a processo anche senza la denuncia? Sì perché il reato di rissa è procedibile d’ufficio”. Restano diversi nodi da sciogliere, intanto Iovino di recente è stato accostato a una possibile partecipazione al Grande Fratello di Alfonso Signorini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *