Covid-19, in Svizzera si studia il vaccino attraverso un cerotto

Covid-19, in Svizzera si studia il vaccino attraverso un cerotto

Covid-19, in Svizzera si studia il vaccino attraverso un cerotto. Il 10 gennaio parte la sperimentazione su 26 persone

Partirà il prossimo 10 gennaio la sperimentazione di un vaccino somministrato attraverso un cerotto. Lo studio è condotto dall’Unisanté di Losanna in Svizzera su 26 volontari sani, i quali saranno monitorati per i successivi sei mesi.

Alix Miauton, al vertice della sperimentazione clinica, ha detto “Si tratta di un vaccino complementare ad altri vaccini già esistenti, e non intende sostituirli”. Ha poi aggiunto che: “l’obiettivo della sperimentazione è determinare se il vaccino sia sicuro e non induca gravi effetti collaterali”.

Leggi anche: PILLOLA ANTI COVID, DA OGGI È DISPONIBILE IN ITALIA. ECCO A CHI SARÀ DESTINATA

Secondo quanto riportato da Tgcom24, si tratta di un “vaccino di nuova generazione basato su un principio diverso dai vaccini attuali” che “non utilizza l’mRna”. Il nuovo vaccino, inoltre, “mira a indurre l’immunità cellulare piuttosto che la produzione di anticorpi, affidandosi ai linfociti T per eliminare le cellule infette dal virus e impedirne la riproduzione”.

Per averlo in commercio, bisogna aspettare ancora del tempo. I primi risultati saranno disponibili nel mese giugno. Se le tre fasi di sperimentazioni daranno esiti positivi, il nuovo vaccino sarà disponibile nel 2025.

Fonte immagine: <a href=’https://it.freepik.com/foto/mano’>Mano foto creata da wayhomestudio – it.freepik.com</a>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *