Chiara Ferragni corre ai ripari: arrivano due nuovi manager

Ferragni

Un tentativo per risollevare la sua immagine

Chiara Ferragni corre ai ripari. Stando alle ultime indiscrezioni svelate da Il Messaggero.it, la Ferragni vorrebbe tentare di riformulare l’assetto della società Fence srl.

“Secondo quanto risulta al Messaggero, Alchimia, il primo azionista della srl con il 40%, facente capo a Paolo Barletta, investitore italiano di venture capital, ha distaccato un proprio manager – Lorenzo Castelli, master alla Luiss, formazione in campo finanziario nonché co-fondatore di Alchimia -, per implementare nuove attività per mettere in sicurezza la società”.

Catelli si unirebbe ad Alessandro Marina,  consulente milanese contattato dalla Ferragni per cercare di risollevare le sua immagine ma soprattutto di salvare e riprendere i vari accordi commerciali.

Il caso Balocco ha generato un ingente danno di immagine ma anche di natura economica. Castlli si unirà anche alla figura della madre della Ferragni entrata nelle aziende con una serie di deleghe.

Sul quotidiano poi spiegano: “anche se sembra evidente che la presenza dell’inviato di Alchimia abbia più le vesti di un “commissario” del principale azionista sulla società della quale Sisterhood, la scatola della Ferragni, ha il 32% e il restante 27,5% è di Pasquale Morgese, imprenditore pugliese con cui l’influencer ha un sodalizio in Chiara Ferragni Shoes, entrato qualche anno fa nella compagine, al posto dell’ex socio storico Pasquale Pozzoli. Marina era già stato cinque anni fa negli organi del gruppo”.

Castelli e Marina dovrebbero creare di ristabilire i vari accordi di natura commerciale con i clienti che sono “scappati” o hanno interrotto qualsiasi dialogo con la Ferragni dopo la vicenda giudiziaria.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *