Bracciante agricolo morto a Latina, disposta l’autopsia

Bracciante agricolo morto a Latina, disposta l'autopsia

Bracciante agricolo morto a Latina, disposta l’autopsia. L’azienda in cui lavorava è stata sottoposta a sequestro

Satnam Singh, il bracciante indiano di 31 anni deceduto dopo un incidente sul lavoro a Latina, sarà sottoposto ad autopsia. Lo ha disposto la Procura di Latina, che ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo e omissione di soccorso a carico del titolare dell’azienda agricola dove Singh lavorava.

L’incidente è avvenuto lunedì 17 giugno a Borgo Santa Maria, nelle campagne di Latina. Singh, che era addetto all’utilizzo di un macchinario avvolgitore di plastica, è rimasto agganciato al macchinario e ha perso il braccio destro. Soccorso dai colleghi, è stato trasportato in eliambulanza all’ospedale San Camillo di Roma, dove è stato ricoverato in prognosi riservata. Dopo due giorni di agonia, è morto nella mattinata di mercoledì 19 giugno.

Secondo le prime ricostruzioni, Singh sarebbe stato abbandonato agonizzante per terra dal titolare dell’azienda, che poi si sarebbe allontanato. Il titolare, Antonello Lovato, è stato iscritto nel registro degli indagati.

Leggi anche: Tredicenne adescata su Omegle: “Spogliati per me e scatta delle foto”

I carabinieri stanno indagando per accertare la dinamica dell’incidente e le eventuali responsabilità. Sono in corso le audizioni dei testimoni e l’analisi dei filmati delle telecamere di sicurezza della zona.

Nel frattempo, la Procura ha disposto il sequestro di parte dell’azienda agricola. Si tratta di un provvedimento cautelare, finalizzato a preservare la scena dell’incidente e consentire le opportune indagini.

Fonte immagine: https://x.com/_Carabinieri_/status/1801864716920467645/photo/1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *