Alessandro Cattelan e Ludovica Sauer si raccontano

Sauer Cattelan

Ospiti di Mamma Dilettante 3

Alessandro Cattelan e Ludovica Sauer sono gli ospiti della decima e ultima puntata di Mamma Dilettante 3, il podcast e vodcast è disponibile su YouTube e sulle principali piattaforme di distribuzione.

I due hanno parlato del loro incontro nato grazie all’Inter.

Ludovica: “Alessandro ed io ci siamo conosciuti a San Siro. Io lavoravo lì per uno sponsor del Milan, in quel periodo non ero fidanzata. Lui si è presentato come calciatore. Io l’ho visto, non sapevo chi fosse e lui si presenta, mi chiede il numero e me lo scrive in un modo molto romantico, non me lo scrive in numeri, ma in lettere.”

Alessandro: “L’ho fatto perché un tre non potesse essere confuso con un cinque. Così ho scritto tutto il numero in lettere. Così ero sicuro che se non mi richiamava era perché non voleva. In un certo senso è stato un colpo di fulmine, era una situazione particolare. La sera prima ero stato al Plastic”

L: “L’ultima volta della sua vita”.

A: [ride; ndr] “Io ancora non lo sapevo ma sarebbe stata l’ultima volta della mia vita. È stata una serata divertente tanto che la mattina dopo mi sono svegliato e non ero nelle condizioni di andare allo stadio, però era l’anno in cui vincendo il derby avremmo potuto vincere lo scudetto. Quindi vado, quell’anno abbiamo perso il derby, non abbiamo vinto lo scudetto in quella partita, ma il destino mi ha regalato un’altra gioia ossia aver incontrato Ludovica. Quando l’ho vista, mi ha proprio colpito in maniera particolare. Ho visto il primo tempo della partita e durante l’intervallo sono tornato giù e le ho lasciato il bigliettino. Non sono mai stato uno che si lancia in questo tipo di situazioni, non è il mio stile, però in quel caso mi sono fatto coraggio ed è andata bene.”

Poi su Sanremo e le figlie, Cattelan dice: “La cosa che più mi colpisce è quanto ai ragazzini dell’età di Nina, quindi 11 o 12 anni, interessino le canzoni di Sanremo. Quando eravamo piccoli noi questa roba non c’era perché Sanremo era un posto da cui uscivano canzoni che per i ragazzini erano poco interessanti. Olivia ha guardato Sanremo con grande interesse, Nina non tanto il programma, ma le canzoni che ne sono uscite. Sanno tutte le canzoni a memoria. La mattina quando le accompagniamo a scuola abbiamo sempre la playlist di Sanremo in macchina”.

Poi sulla proposta di matrimonio la Sauer dice come non sia realmente mai arrivata: ” Dopo che è nata Nina, gli ho detto che forse era il caso di mettersi un po’ in regola.”

Alessandro: “La mia non è un’opposizione nei confronti del matrimonio in sé, io odio proprio il giorno del matrimonio. Io non amo le mie feste di compleanno, non amo le feste in generale, mi piace andarci da invitato. Non so perché ma non mi sento a mio agio. Il giorno del nostro matrimonio eravamo pochissimi e mi sentivo a mio agio perché era un nucleo ristretto.”

L: “Tornando indietro lo rifarei così perché secondo me è andata bene, neanche io amo particolarmente le mega feste e di solito mi annoio velocemente. Infatti di solito non mi trattengo molto, anche il nostro matrimonio è stato molto veloce. Abbiamo fatto un aperitivo e basta”.

Leggi anche: Elettra Lamborghini: “Ho detto ad Afrojack che se mi avesse baciato subito non mi avrebbe rivisto”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *